Sanità – Coronavirus: accordo per rimborso vaccinazioni

BERNA (ats) – Cantoni e casse malattia hanno raggiunto un accordo per il rimborso della vaccinazione contro il coronavirus nel 2022. L’assicurazione obbligatoria pagherà ai cantoni 20 franchi per ogni iniezione effettuata in un centro o da un team mobile, e 29 franchi in uno studio medico. La vaccinazione resterà gratuita per la popolazione.

La Confederazione pagherà i costi che superano questo forfait, così come le spese di trasporto e distribuzione. A carico dei Cantoni i costi aggiuntivi per la logistica, l’organizzazione e l’infrastruttura, nonché una quota del 10%, indicano i partner tariffari in un comunicato odierno.

Per i bambini di età inferiore ai 12 anni, gli studi medici riceveranno 40,45 franchi per iniezione. Da notare tuttavia che la vaccinazione deve ancora essere approvata per questa categoria.

Come detto la vaccinazione rimarrà gratuita per la popolazione il prossimo anno. Tuttavia, le spese per una consulenza estesa non sono incluse nel forfait e dovranno essere pagate dall’assicurato.

L’accordo tariffario è stato negoziato tra la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (CDS) e i gruppi di acquisto degli assicuratori malattia. La Federazione dei medici svizzeri (FMH) e l’Associazione Medici di famiglia e dell’infanzia Svizzera (mfe) sono state coinvolte per quanto riguarda la remunerazione degli studi medici. Entrambe sostengono il risultato ottenuto.

L’accordo è stato presentato oggi al Consiglio federale per l’approvazione. Il Governo dovrà ancora fissare l’importo del rimborso per le vaccinazioni in farmacia per il prossimo anno.